La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 42.669,24

Viola e il bosco

Marta Zotti

S.T.A.R.

produzione S.T.A.R.
con Marta Zotti

collaborazione drammaturgica e regia di S ilvano Antonelli
nell’ambito del Progetto “ FILASTROCCHE DELLA VITA ” della Compagnia Teatrale Stilema

Studio finalista del Premio Nuovo Teatro 2020

«Viola era piccola come una castagna.
E i l bosco era grande. Grandissimo.
E nel bosco c’erano tante strade.
Come nella vita.
Dove prima sei una bambina, poi diventi un po’ grande, poi ancora più grande.
E poi incontri tante persone e ti succedono tante cose e poi… e poi…e poi ti accorgi che i l bosco
l’hai attraversato tutto.
E tu?
…e tu sei sempre rimasta piccola come una castagna.»

Viola racconta in terza persona di sé evocando la scansione dei momenti importanti della sua vita: quando è ancora una bambina, quando deve imparare cose difficili, quando arriva per lei il tempo di sposarsi e poi di invecchiare. E poi… Lo fa con uno sguardo universale verso un bosco-mondo che è poi la vita. Il racconto di Viola vive della scansione temporale degli appuntamenti di una vita che è la sua, ma potrebbe essere quella di ciascuno di noi.
Le fasi del racconto vengono evocate sulla scena da un affresco di azioni accompagnate da: un concerto di oggetti color pastello; il suono di parole essenziali, il prendere vita di dialoghi che arrivano da un tempo lontano, l’odore di pioppo abete e pino, le corde di una chitarra.