La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 42.669,24

Favole al telefono

La Piccionaia

di Gianni Rodari, Carlo Presotto e Titino Carrara

regia Carlo Presotto

con Aurora Candelli e Julio Escamilla

audio e luci Roberto Di Fresco

Una coppia di genitori in viaggio dialogano via smartphone con i figli a casa, generando una divertente gara sul confine tra reale e virtuale. Una sfida che vede a fianco della narrazione un ricco gioco di immagini debitrici alla lezione estetica di Bruno Munari, illustratore della prima edizione del libro. La camminata di un distratto, il palazzo di gelato, il palazzo da rompere, Re Mida, Alice cascherina e varie altre celebri storie si snodano in un continuo gioco poetico e di stupore.

La lunga esperienza di Presotto e Rossi nel tele-racconto si trasferisce ai giovani attori Candelli e Escamilla in un ideale passaggio di consegne.

Carlo Presotto, direttore artistico de La Piccionaia è anche regista, autore, attore e formatore. Dedica gran parte del proprio lavoro alla delicata relazione tra mondo dell’infanzia e mondo adulto. Conduce negli anni una ricerca sulle istanze narrative nella drammaturgia contemporanea, dal folclore tradizionale alle interazioni con i nuovi linguaggi, dalle leggende contemporanee al tele-racconto, fondendo lavoro d’attore, video e tecnologie in un digital storytelling inedito nel teatro di narrazione italiano. Dal 2010 coordina anche il “Silent Play”, un progetto di ricerca e sperimentazione sui nuovi linguaggi teatrali, con particolare riferimento al cosiddetto “teatro fuori dal teatro” attraverso un originale e innovativo percorso di drammaturgia dei luoghi e performance interattive site-specific. Come formatore collabora/ha collaborato con diverse strutture pubbliche e private tra cui l’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Università di Padova, il Dams di Bologna, l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia e l’Ente Teatrale Italiano Roma. La tournée annuale dei suoi spettacoli lo vede presente nelle principali rassegne/teatri italiani e in alcuni festival. Solo ricordando l’ultima stagione, segnaliamo la partecipazione di “Girotondo del bosco” al Festival “Giocateatro” di Torino, di “Come nelle favole” alla vetrina “Colpi di Scena” e di “Ho un lupo nella Pancia” al Festival Internazionale “I Teatri del Mondo” di Porto Sant’Elpidio.

in collaborazione con