La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 43.669,24

comincia a correre

Scuola Primaria

La Piccionaia / carlo presotto e paola rossi

progetto teatrale di e con Paola Rossi e Carlo Presotto

Alberto e Zoe sono due fratelli gemelli. Sono in gara da quando sono nati.

Zoe è nata per prima, ma Alberto pesava di più. Zoe ha messo per prima il primo dentino, ma Alberto ha iniziato prima a gattonare. Zoe ha imparato prima a parlare, ma Alberto ha imparato prima a camminare. Al mare Zoe nuota come un pesce, ma Alberto pesca più pesci di lei. Alla scuola materna Zoe finiva prima i lavoretti, ma quelli di Alberto erano più belli. Nella recita di fine anno, Zoe ha cantato, ma Alberto ha fatto tutti i balletti.

Arrivati alla classe terza hanno deciso di fare sul serio. E così li incontriamo impegnati in una serrata competizione per vedere chi diventa grande prima, affrontando prove via via più difficili.  Una sfida sempre più faticosa, finché non hanno l’idea di allearsi per vincere insieme, invece di gareggiare l’uno contro l’altra. Ispirati da coppie di donne e uomini famosi, come Marie e Pierre Curie, Fred Astaire e la sorella Adele, Lucy Hawking e suo padre Stephen, scopriranno un intero universo. E sperimenteranno come mettere insieme diversi sguardi e diversi approcci permetta di affrontare in modo originale e (perché no) molto divertente, la realtà.

L’obiettivo educativo è quello di promuovere una cultura della collaborazione e dell’interdipendenza tra le persone, contrastando in modo positivo gli stereotipi attivi già nei primi anni di vita che promuovono la competitività e limitano l’accesso a determinate attività considerate a priori come “non adatte” a bambine o bambini senza tenere conto dei loro bisogni, delle loro passioni, dei loro desideri.
Durante il processo di costruzione dello spettacolo, iniziato nell’autunno 2019 e sviluppatosi lungo il 2020, l’obiettivo di partenza è arrivato ad includere l’aspetto della competizione attraverso i social media.  La competitività non si esprime più nella sola cerchia degli amici o della classe, ma attraverso internet ed il fenomeno delle sfide, le “challenge”, ha assunto nuove forme. A fronte del loro aumentato potere seduttivo può essere messa in campo una azione positiva di contrasto, che sposta la risposta al bisogno di riconoscimento e autorealizzazione sul piano della valorizzazione dell’originalità e del talento.

 

età consigliata dai 6 anni
tecnica utilizzata teatro d’attore e teleracconto
temi promozione della cultura della collaborazione
durata 50 minuti