La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 42.669,24

Mercoledì 24 febbraio 2021 parte il laboratorio di danza, scrittura poetica e composizione floreale “Cucio i fiori per non farli morire”

Al via la nuova proposta formativa on line presentata da La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale.  Il laboratorio, condotto dalla danzatrice Valentina Dal Mas, aperto a tutte e tutti, di qualunque età, con o senza esperienza.

La Piccionaia apre le iscrizioni per coinvolgere tutti i possibili interessati nella ricerca artistica di Valentina Dal Mas. La danzatrice e attrice teatrale sta lavorando al nuovo progetto per la scena “I miei fragili amici”, per il quale, insieme ai partecipanti, raccoglierà un’adunanza di gesti e parole. Il filo portante del laboratorio è la pratica artistica della danza, intesa non come tecnica preconfezionata da imitare, ma come linguaggio da trovare, come Via per favorire l’espressione di sé.

Il progetto propone un percorso in 6 incontri di due ore ciascuno, che può essere frequentato per l’intera durata, in parte o anche una volta soltanto. A sostenere lo sbocciare di questo linguaggio si innestano altri due fili: la scrittura poetica e la composizione floreale. “Cucio i fiori per non farli morire” è dunque un laboratorio in cui i cittadini curiosi che si iscriveranno potranno vivere la danza come arte di cucire il corpo. Di tesserne insieme le differenti parti, di ricamarlo nella sua interezza insieme all’aria che lo circonda e ai corpi che può incontrare.

“Ogni essere umano custodisce fiori dentro di sé. Ci sono fiori radicati nella “terra” fisica: organi, ossa, muscoli, legamenti. Ci sono quelli che abitano “terre” sottili: emozioni, pensieri, sogni, fragilità. Ogni fiore ha la sua forma, il suo colore, la sua consistenza. Ogni fiore ha la sua stagione: c’è quello pronto a schiudersi, quello che va appassendo, quello rivolto con slancio verso l’alto, quello desideroso di tornare alla terra. Qualunque sia la stagione, cucio il corpo custode di fiori per concedergli sempre la possibilità di una rinascita.”

Valentina Dal Mas si forma a Parigi e in Italia con Dominique Uber, Nina Dipla, Lola Keraly, Serge Ricci, Rosalind Crisp, Carolyn Carlson, Abbondanza/Bertoni, Simona Bucci, Michela Lucenti, Iris Erez. Dal 2012 ha lavorato con Cristiana Battistella, Silvia Bertoncelli, Balletto Civile, Simona Bucci, Valentina De Piante, Van. Attualmente lavora come danzatrice per la Compagnia Abbondanza/Bertoni dal 2014 e come danzatrice ed attrice con La Piccionaia – Centro di Produzione teatrale dal 2016. È danzatrice nello spettacolo “La morte e la fanciulla” di Abbondanza/Bertoni vincitore ex-aequo del Premio Danza&Danza 2017 come migliore produzione italiana dell’anno e candidato al Premio Ubu 2017 come miglior spettacolo di danza. Dal 2016 intraprende un suo percorso coreografico indipendente con la performance Arkar, realizzata all’interno del progetto di residenze della Compagnia Abbondanza/Bertoni, e presentata come incursione nei luoghi pubblici delle città. Vince il Premio Scenario Infanzia 2017 con lo spettacolo “Da dove guardi il mondo?”. Collabora con Renato Perina nella messa in scena dello spettacolo “Solo l’amar conta” a seguito del laboratorio teatrale con i detenuti della Casa Circondariale di Montorio (Vr). Propone laboratori di teatro-danza nelle scuole pubbliche, nelle strutture sociali che si occupano di anziani, persone con disabilità e bambini assistiti dai servizi socio-sanitari. Integra nella sua ricerca artistica la pratica del Metodo Feldenkrais.

Ciascun incontro è della durata di 2 ore, con orario dalle 20 alle 22.
Il laboratorio si svolgerà online, su piattaforma Zoom.

Calendario degli incontri:
mercoledì 24 febbraio
mercoledì 10 marzo
mercoledì 24 marzo
mercoledì 7 aprile
mercoledì 21 aprile
mercoledì 5 maggio

Costi:
intero percorso (6 incontri) € 75
3 incontri € 40
1 incontro € 15

Per informazioni e iscrizioni:
www.piccionaia.it
info@piccionaia.org
+39 366 6502085 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 14)