La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 43.669,24

L'Arca di Noé

Gianni Franceschini

Girostorie

testo, regia e figure Gianni Franceschini
con Nicola Pazzocco
video, audio e luci 
Giancarlo Dalla Chiara
scene a cura del 
SAO Don Calabria di Verona
musiche 
Giancarlo Dalla Chiara

L’ambiente in cui viviamo va difeso e rispettato ogni giorno con l’impegno di tutti.

Se un giorno succedesse qualcosa di veramente brutto per la natura, animali e piante e per tutta l’umanità sarebbe una catastrofe irrimediabile.

Riprendendo la storia di Noè che salvò il regno animale dal diluvio, un Noè nostrano, difronte ad un disastro ecologico, alla guerra, all’inquinamento causato dall’uomo, costruisce un’immaginabile arca con cui viaggiare verso un mondo non inquinato, pacifico, sereno e sano.

Porta con sé gli animali che vivono vicino a lui e nell’accoglierli li presenta e ci racconta di loro, delle loro abitudini e caratteristiche. Con sé porta anche i due giovani, Maria e Giovanni, come a rappresentare il futuro dell’umanità e la continuità della vita.

Noè racconta come tutto è successo tempo prima, gioca, modifica lo spazio scenico costruendo l’arca. Mostra gli animali, dipinti e animati in figure, con filastrocche e giochi di parole ne racconta la storia e le indoli, collegandole alla tradizione popolare, alla letteratura d’infanzia e al sapere comune.

La musica sottolinea la vicenda e i protagonisti.

Il disastro ambientale, la guerra e la distruzione imminenti sono evocati all’inizio dello spettacolo con proiezioni di disegni e pitture.

Girostorie

è il progetto promosso dal Tavolo della Cultura: Coordinamento Territoriale Assessorati alla Cultura e allo Sport del Camposampierese, che coinvolge i comuni di Comuni di: Borgoricco, Campodarsego, Camposampiero, Loreggia, Massanzago, Piombino Dese, San Giorgio delle Pertiche, Santa Giustina in Colle, Villa del Conte, Villanova di Camposampiero.
L’iniziativa è sotto l’egida della Federazione dei Comuni del Camposampierese ed è sostenuta da Rete Eventi:  il network della Regione del Veneto  pensato per diffondere la cultura delle 7 province venete, rinforzare le relazioni tra le persone e le comunità, promuovere l’identità e la capacità innovativa della Regione, rendere facilmente accessibili per il cittadino informazioni e contenuti.