la bella addormentata

la piccionaia / gianni franceschini

Dom 21 Gennaio 2024, 16:30
Info

di Gianni Franceschini
con Annalisa Cracco e Nicola Pazzocco
musiche originali e luci Giancarlo Dalla Chiara
assolo di tromba Maestro Massimo Longhi
scene e figure Compagnia Franceschini
costumi Stile Retrò

Dormire, fermarsi, trovare un momento di riflessione e inattività sono il preludio al cambiamento, alla crescita, alla rinascita, all’affrontare una nuova vita. Questo è il significato “nascosto” della fiaba della “Bella Addormentata” nelle sue varie versioni.  Gli avvenimenti che accompagnano la fanciulla che si addormenta e poi si sveglia e vive una nuova realtà diventano un esempio per tutti, specialmente per chi è in un’età di sviluppo, di cambiamento, di scoperta e portano verso una esperienza migliore.

Linguaggi
In un immaginario “Circo delle fiabe” un clown, pagliaccio bianco, racconta la fiaba della “Bella addormentata”. Il clown si avvale di figure animate, di azioni teatrali, di travestimenti e momenti di partecipazione collettiva con l’accompagnamento di adeguate e suggestive musiche.

Trama
La fiaba della fanciulla che si addormenta per un incantesimo e poi si risveglia pronta per una vita più complessa, arricchita e adulta è mantenuta nei suoi punti più significativi. L’ambiente circense, fantastico e grottesco sottolinea particolarmente il valore dei sogni della fanciulla che favoriscono lo sviluppo della sua personalità e della sua spinta all’autonomia nell’affrontare i vari aspetti della vita.