La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 42.669,24

storie e filastrocche per giocare

Ragazzi

dai 3 anni

Scheda artistica

storie e filastrocche per giocare

gianni franceschini

I protagonisti delle storie e delle filastrocche sono bambini speciali, sono particolari perché hanno sogni, perché hanno sensibilità uniche, perché vivono comportamenti non consueti, perché sono curiosi e vivaci.
Questo loro essere fuori dall’ordinario, essere straordinari, comporta difficoltà e incomprensioni specialmente con il mondo dei grandi, ma anche grandi piaceri, gioie e scoperte meravigliose.
Tutti gli ostacoli vengono infine superati e la strada verso la crescita e il futuro si spalanca luminosa.
La fantasia, l’originalità e la freschezza delle storie e filastrocche sono testimoniate dall’animatore adulto con narrazione, interpretazione, pittura dal vivo e animazione di figure con un costante, ma discreto, stimolo alla partecipazione dei piccoli spettatori come in un grande, semplice e vivo gioco collettivo.

Le storie raccontate sono quattro.
Nella prima si racconta di Maria una bambina che “salta” sempre, in continuazione e così i grandi cercano di guarirla da questo difetto, ma sarà la fantasia e l’immaginazione a far superare alla bambina vari ostacoli e a ridarle la sua originale personalità. I piccoli spettatori sono invitati a partecipare a questa avventura e ad aiutare Maria con il loro impegno e immaginazione. Il linguaggio usato è la narrazione, l’animazione teatrale e l’estemporanea pittura dal vivo.
La seconda è la vicenda di due fratellini, sorella e fratello, che si perdono nel bosco, il riferimento all’abbandono di “Hansel e Gretel” è chiaro, riescono ad uscire dal buio e dal pericolo del male con l’aiuto di personaggi magici e anche in questo caso col coinvolgimento degli spettatori. Il linguaggio è quello dell’animazione di figure create con materiali poveri, carta, legno, stoffe di recupero.
La terza storia è un’improvvisazione pittorica, la nascita estemporanea di un breve racconto, in un quadro di elementi “regolari” ed omogenei irrompono uno e più “disturbatori” che prima vengono allontanati, ma poi si rivelano utili e di sostegno nel momento del bisogno della comunità che li aveva esclusi.
La quarta è una breve fiaba che racconta di un simbolico piccolo protagonista emarginato dal gruppo che però riesce a farsi accettare, mostrando le sue capacità finora non conosciute e riconosciute.

Contatti

La Piccionaia
Ufficio Produzione e Distribuzione

Tel: 0444 541819
Mail: organizzazione@piccionaia.it