La Piccionaia S.C.S. – info@piccionaia.it - Sede legale Piazza Insurrezione 10 – 35139 Padova | Sede operativa Stradella Piancoli 6 – 36100 Vicenza - P.I. 00345390249 - REA: PD–442747 - Cap. Soc. € 43.669,24

Socrate il sopravvissuto

Finisterre. Teatro ai Confini - Valdagno

Anagoor

con Anna Bragagnolo, Pierantonio Bragagnolo

studio del movimento Simone Derai, Anna Bragagnolo

riprese video Marco Menegoni, Moreno Callegari, Simone Derai

montaggio e regia video Simone Derai, Marco Menegoni

Una performance che prende origine dallo studio del famoso quadro della tempesta del Giorgione conservato presso la Galleria dell’Accademia di Venezia. “Tempèstas” in origine significò “momento del giorno”, solo in seguito divenne una condizione, unoì stato atmosferico e infine, in modo speciale, un tempo burrascoso e rovinoso. Ne “La Tempesta”, nel “Fregio” e in altri dipinti di Giorgione, l’attimo fulmineo viene congelato nella rappresentazione naturale del lampo, dell’atmosfera e della luce di un Veneto che non ritornerà, catturato dallo sguardo che fissa la stagione e le fasi del ciclo di vita vegetale, sconvolto dal vento, saturato dalle buie nubi incombenti. Erba, terra, vento, nebbie, acqua, luce e nembi: la natura offre un codice di rappresentazione. Nella scena di Anagoor la consapevolezza del contemporaneo si affida alla memoria storica della pittura giorgionesca per raccontare, per immagini, l’amore tra due adolescenti